• Chatta con noi

    LUN / SAB: 08.00-20.00

  • Chiamaci

    numero verde gratuito 800 987 134 attivo:

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Chiamaci

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Inviaci una mail
label.service.not.available

Ordina

Filtra

Vini rossi da abbinare ai salumi

I salumi sono i protagonisti dell’aperitivo italiano. Sono un piatto unico e con molte particolarità regionali e della tradizione. Data la grande varietà che può comporre un buon tagliere di salumi, l’abbinamento con il vino potrebbe essere complicato, soprattutto perché è necessario che ne esalti le caratteristiche alla perfezione. Considerando che la tradizione del settore vitivinicolo in Italia va di pari con la produzione di salumi dai sapori intensi, il miglior abbinamento che si può ottenere è naturalmente con un vino rosso dai sapori tannici ma che siano in grado di pulire e sgrassare il palato. Scopri quali sono i migliori vini rossi da abbinare ad un aperitivo con i salumi.

Seleziona una taglia

salumi

I migliori vini rossi da accostare ai salumi

Scegliere il vino da abbinare ai salumi è fondamentale per accompagnare il viaggio enogastronomico, alla ricerca dei migliori affettati e salumi tipici della tradizione italiana. Ci sono molte idee per abbinare un tagliere di salumi e formaggi ad una bottiglia di vino rosso, anche se in realtà non esiste una regola precisa da seguire. Un buon salume va esaltato con un sapore tannico e vivace, creando un match gastronomico in grado di migliorare un prodotto molto saporito e salato. Tra i vini rossi consigliati in abbinamento con i salumi troviamo l’elegante Valpolicella Classico Superiore, il Lagreincorposo dell’Alto Adige, il Cannonau di Sardegna oppure il Sangiovese.

Caratteristiche dei vini rossi che si abbinano meglio agli affettati

I salumi sono caratterizzati da un’estrema salinità e grassezza, per questo motivo è necessario abbinare un vino fresco e non molto sapido, per non creare una notevole concentrazione minerale al palato. Salume e vino rosso è considerato l’abbinamento perfetto ma il vino deve presentare determinate caratteristiche organolettiche per far esaltare l’aroma del salume. Generalmente per salumi più sapidi e dolci è consigliabile l’abbinamento con un vino strutturato e robusto. Dove la struttura del salume incrementa, come un salame di cinghiale o di oca, avremo bisogno di un vino austero, imponente con il gusto tannico pronto ad arginare la succulenza dell’insaccato. Se parliamo di abbinamenti tradizionali, come con un capocollo, si può stappare anche un Primitivo per rispondere con eleganza.

Consigli per gli appassionati di salumi per scegliere il vino rosso ideale

In base alla stagionatura e alla preparazione del salume, con eventuali spezie o condimenti, è consigliato un vino tranquillo e non troppo corposo per evitare di creare un connubio troppo forte di sapori. Un segreto per la degustazione di vino e salumi, magari con formaggi erborinati e pane, è cercare l’equilibrio tra la corposità del vino e la ricchezza del salume: succulenza, acidità, grassezza e untuosità sono tra le caratteristiche da tenere in considerazione, ma non dimenticate di considerare l’origine del salume. La piacevole e morbida persistenza aromatica nei salumi più grassi, gli conferisce un gusto più dolce, al palato succoso e armonico che viene esaltato spesso da vini rossi preferibilmente giovani di media corposità, con un limitato contenuto di tannini, con un ricco ventaglio olfattivo e un bouquet intenso. Con i salumi grassi è consigliabile bere un buon vino rosso come un Lambrusco di Sorbara, il Chianti, il Barbera d’Asti o il Rosso di Montepulciano.

Quali regioni italiane producono i migliori salumi per accompagnare i vini rossi?

L’Italia è terra di tradizione per la produzione di salumi, stagionati, erborinati, più sapidi o più freschi. Ogni salume ha origini specifiche ed è opportuno abbinare un vino rosso della stessa provenienza. Le regioni italiane con maggiore produzione di salumi troviamo il Piemonte e la Lombardia, seguite da Toscana, Emilia-Romagna, Sicilia, Puglia e Campania. L’abbinamento perfetto con salumi tipici piemontesi come la bresaola è consigliato l’abbinamento con Nebbiolo, Dolcetto d’Alba o Barbaresco. In un tagliere a base di salumi pugliesi come il capocollo o il prosciutto crudo del Gargano, è consigliabile abbinare un vino locale tipico pugliese come il Primitivo Puglia Elè di Chiaromonte o un Primitivo Muro Sant’Angelo.