• Chiamaci

    lunedì - sabato dalle 10 alle 16

    0458613640

    *Il numero é a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Chiamaci

    lunedì - sabato dalle 10 alle 16

    0458613640

    *Il numero é a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Inviaci una mail
label.service.not.available

Seleziona una taglia

Friuli Venezia Giulia

Siamo nella terra incontrastata dei grandi vini bianchi, tra i migliori prodotti nel Bel Paese. Signorvino ha selezionato il meglio del vino bianco friulano, grandi nomi dell’enologia della regione, che non puoi proprio lasciarti sfuggire. Sul nostro e-commerce puoi acquistare le etichette di famose cantine e di piccole produzioni di nicchia, che sapranno stupirti per la loro incredibile qualità. Friuli-Venezia Giulia, i suoi bianchi sono con te in un click!

I migliori vini bianchi friulani

Il Friuli-Venezia Giulia è una regione che, per conformazione geografica, terreni e clima, è molto vocata per la produzione di vini rossi e, in particolar modo, bianchi. Queste caratteristiche geografiche, assieme alla mano dell’uomo, creano i presupposti per una viticoltura di qualità, che ha reso i vini bianchi friulani tra i più amati d’Italia, ricavandosi un posto di tutto rispetto anche all’estero. L’enologia è sempre stata fondamentale nell’economia della regione, dove la vite è arrivata in tempi antichi. Anche nei vini friulani si declina la storia e la cultura di frontiera di questa splendida regione italiana, tanto che le uve a bacca bianca più famose sono sia autoctone che internazionali. Tra queste i vini bianchi autoctoni più caratteristici del Friuli sono la Ribolla Gialla, la Vitovska, la Malvasia, la Malvasia Istriana, il Friulano, mentre tra i vitigni internazionali ci sono il Pinot Grigio, il Sauvignon e lo Chardonnay.

Grandi regioni e denominazioni dei vini bianchi friulani

Tra le denominazioni più importanti della regione c’è la Colli Orientali del Friuli, in provincia di Udine, dove si producono sia il dolce Picolit DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita), che un altro vino da dessert, il Ramandolo DOCG da Verduzzo Friulano. Tra le cinque sottozone della denominazione Friuli Colli Orientali, certamente tra i territori capaci di dare vini ampi e complessi, i più importanti sono il Friulano (un tempo chiamato Tocai Friulano), lo Chardonnay e il Sauvignon Blanc. Nella Friuli Grave DOC, la più estesa della regione, i vini sono molto eleganti, generalmente più immediati rispetto ad altre denominazioni. I bianchi della regione sono spesso prodotti in purezza mono varietale, una caratteristica che piace molto agli estimatori di alcune uve rispetto ad altre.

Abbinamenti con i vini bianchi friulani

I vini bianchi friulani si prestano a svariati abbinamenti, soprattutto con piatti leggeri a base di carne o pesce, e diventano i protagonisti del pasto. Il vino bianco Friulano, dal colore paglierino, profumi delicati di erbe aromatiche e sentori minerali, palato sapido e fresco, si presta a svariati abbinamenti. Ottimo come aperitivo, lo si può sorseggiare sbocconcellando delle tartine ai crostacei, con del crudo di pesce o con degli affettati. Di buona struttura al palato, il Friulano può accompagnare anche dei primi e secondi di pesce, come una spigola all’acqua pazza. La Vitovska ha un bel colore acceso, che vira a volte verso il dorato, se ha fatto un passaggio in legno, naso intenso di pietra focaia, frutta gialla e fiori di campo, sorso fresco con ricordi ammandorlati in chiusura. Proprio per la sua freschezza piuttosto spinta, è un vino che vanta una certa potenzialità di maturazione in bottiglia, e si sposa molto bene con il sushi, i piatti vegetariani e le carni bianche.

Sapori e aromi più armonici

Tra i vitigni autoctoni più tipici del Friuli non si può dimenticare la Malvasia Istriana, un vitigno aromatico di buona intensità, che si esprime al calice con note di agrumi e spezie dolci, palato fragrante e fresco. Può essere gustato con i pesci alla griglia, i funghi trifolati e le creme di verdura, magari anche di asparagi. Tra i bianchi friulani di origine internazionale quelli che si esprimono con grande eleganza e tempra sono senza dubbio lo Chardonnay e il Sauvignon Blanc. Il primo, spesso da colore dorato e luminoso, vanta un corredo di spezie e frutta gialla molto intensi, palato fine ed elegante, mentre il vince per freschezza gustativa e aromi agrumati. In entrambi i casi si possono apprezzare con preparazioni di una certa complessità, come una terrina di salmone affumicato o la tinca in carpione alle erbe. In chiusura il Pinot Grigio, dai tipici profumi floreali e di pera, buona acidità in bocca ed eleganza, è ottimo con gli affettati, le insalate di pollo e i formaggi freschi.