• Chatta con noi

    LUN / SAB: 08.00-20.00

  • Chiamaci

    numero verde gratuito 800 987 134 attivo:

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Chiamaci

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Inviaci una mail
label.service.not.available

TERRE SICILIANE TANCREDI

Codice Articolo: VFR00236 2017750

TERRE SICILIANE TANCREDI

€26.90
Codice Articolo: VFR00236 2017750

Denominazione

Rosso IGT

Uve

Cabernet Sauvignon Nero D'Avola

Annata

2017

Tipologia

Rosso

Regione

Sicilia

Affinamento

Legno piccolo

Formato

0,75 l

Alcool

14 %

Occasione

Pranzo della domenica

Abbinamento

Carni rosse

€26.90

Note di degustazione

Giacomo Rallo, quarta generazione di una famiglia con oltre 160 anni di esperienza nel vino di qualità, imprenditore visionario e profondo conoscitore dei mercati internazionali, fonda Donnafugata nel 1983 insieme alla moglie Gabriella, pioniera della viticoltura in Sicilia e una delle socie fondatrici delle Donne del Vino. Oggi i figli José e Antonio guidano l’azienda e una squadra di persone che rappresenta nel mondo l’eccellenza artigianale e creativa del Made in Italy. Un mondo ricco di colori e di valori senza tempo, disegnato su etichette d’autore dal linguaggio fantastico e femminile identitario. Vini dallo stile unico, piacevoli ed eleganti, capaci di rendere felice chi li assaggia. Un’azienda familiare in moto perpetuo, esempio di una Sicilia del vino autentica e sostenibile, che produce vini nel rispetto dell’ambiente. Donnafugata infatti non fa uso di diserbanti e concimi chimici, ha ridotto al minimo l’utilizzo di agro-farmaci grazie a tecniche di lotta integrata: sovescio, concimazione organica, irrigazione di soccorso e diradamenti. Scelte tecniche che razionalizzano l’impiego di risorse naturali quali il suolo, l’acqua, l’aria e l’energia e che rappresentano uno strumento indispensabile per la produzione di uve sane e perfettamente mature. Anche il risparmio energetico è da sempre punto focale dell’azienda: dal 1998 a Contessa Entellina lo chardonnay viene vendemmiato di notte, abbattendo di fatto il 70% i consumi energetici per il raffreddamento delle uve, mentre dal 2002 diverse sono state le installazioni di fotovoltaico, con successive certificazioni ambientali. Attenzione all’ambiente circostante e al patrimonio culturale ed artistico circostante da sempre è stata la missione ed il punto di forza di Donnafugata. Tancredi è un vino che rappresenta l’eleganza e l’ambizione rivoluzionaria propria del personaggio omonimo nel celeberrimo Gattopardo di Tomasi di Lampedusa. Un avvenente dialogo tra grappoli scelti di Cabernet Sauvignon e Nero d’Avola, intermezzato da Tannat e altre uve, che danno vita ad un vino che affina per 13-14 mesi in barriques di rovere francese di primo e secondo passaggio, e ulteriori 14 mesi in bottiglia. Tancredi si caratterizza per un colore rosso rubino intenso e un bouquet fragrante di note fruttate evidenti di ribes e prugna unite a sentori speziati, cacao e tabacco dolce. Il finale è balsamico, con leggere note di eucalipto. Dai tannini importanti e ben integrati, fresco e meravigliosamente persistente. Emozionante in abbinamento a Burger d’autore, cacciagione e carni rosse. Un rosso che stupisce per piacevolezza ed eleganza.

CANTINA

I vini di Donnafugata interpretano la Sicilia e ne raccontano con passione l'universo sensoriale.Donnafugata nasce in Sicilia dall'iniziativa di una famiglia che conta oltre 160 anni di esperienza nel vino di qualità.L'azienda nasce nel 1983 dalle storiche cantine della famiglia Rallo a Marsala e nelle vigne di Contessa Entellina, nel cuore della Sicilia occidentale; nel 1989 Donnafugata giunge sull'isola di Pantelleria dove inizia a produrre vini naturali dolci.Il nome Donnafugata, letteralmente "donna in fuga", fa riferimento alla storia della regina Maria Carolina, moglie di Ferdinando IV di Borbone che ai primi dell'800 - fuggita da Napoli per l'arrivo delle truppe napoleoniche - si rifugiò in quella parte della Sicilia dove oggi si trovano i vigneti aziendali.

CantinaCantina

Seleziona una taglia