• Chatta con noi

    LUN / SAB: 08.00-20.00

  • Chiamaci

    numero verde gratuito 800 987 134 attivo:

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Chiamaci

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Inviaci una mail
label.service.not.available

Golfo del Tigullio Portofino Rosè Abissi

Codice Articolo: BBS00039 2016750

Golfo del Tigullio Portofino Rosè Abissi

null
Codice Articolo: BBS00039 2016750

Denominazione

Golfo del Tigullio Portofino DOC

Uve

Bianchetta Genovese Vermentino Cimixià

Annata

2016

Tipologia

Bollicine

Regione

Liguria

Affinamento

Sui lieviti

Formato

0,75 l

Alcool

12 %

Occasione

Cena romantica

Abbinamento

Pesce e crostacei

null

Note di degustazione

La storia di Bisson nasce nel 1978 quando Pierluigi Lugano, un insegnante di storia dell’arte con la passione del vino, abbandona la sua professione per fondare una cantina nel cuore del Tigullio, intuendo grandi potenzialità nascoste nei vini dei contadini liguri e deciso a valorizzare i vitigni autoctoni. Inizialmente la produzione è incentrata su vini tipici legati alla tradizione ligure prodotti però con tecniche moderne. Nei primi anni del 2000 Pierluigi ha l’idea di produrre uno spumante metodo classico con le uve locali, ma non ha gli ambienti ideali per l’affinamento ed ha quindi l’intuizione di utilizzare il fondale marino: temperature basse e costanti per tutto l’anno e penombra costante. Gli spumanti della linea “Abissi” nascono dall’assemblaggio di uve tipiche del Tigullio (Bianchetta, Vermentino, Cimixà) e da un affinamento in bottiglia a 60 metri sotto il livello del mare, a una temperatura costante di 15°C, al largo della Cala degli Inglesi nel Parco Marino di Portofino. Le bottiglie vengono adagiate in gabbie d’acciaio e poste sul fondale da sub professionisti. Terminato l’affinamento, vengono recuperate per l’assestamento e la sboccatura: quando tornano in superfice le bottiglie sono opere d’arte, abbellite dal tempo e dal riposo nella profondità del mare. Vengono quindi fasciate con una pellicola trasparente e poi commercializzate. E’ così quindi che nasce il Golfo del Tigullio Portofino “Abissi” Rosè. Le uve Ciliegiolo e Granaccia vengono raccolte a mano in leggero anticipo per mantenere una buona freschezza e sapidità. Le bottiglie rimangono adagiate sul fondale per l’affinamento per 14mesi prima di un riposo di 8 mesi su terra ferma prima della sboccatura. Nel calice si presenta di un colore rosa scarico ma brillante, con un perlage intenso e persistente. Al naso risulta ampio, avvolgente e pungente. Caratterizzato da una nitida nota salmastra e di piccoli frutti rossi. In bocca è di buona struttura, ampio e intenso, con un sorso caratterizzato da un gusto secco e fresco, con un finale minerale molto persistente. Questa bollicina ligure è ideale per una cena romantica a base di pesce e crostacei.

CANTINA

I vini Bisson nascono agli albori del 1978 quando Pierluigi Lugano, maestro d’arte e sommelier affermato, conscio delle potenzialità che intuiva esser nascoste negli aspri vini dei contadini liguri, decide di tentare “l’avventura” di valorizzazione delle uve della Riviera Ligure del Levante. Si inizia ad acquistare piccole partite d’uva dai contadini sparsi sul territorio ed a vinificarle nella propria cantina portando avanti, con tecniche moderne di vinificazione, numerosi esperimenti per capire come trattare le uve locali. Gli ottimi risultati ottenuti, hanno permesso di far “rivivere” quei vini liguri autoctoni che ormai erano praticamente scomparsi, come per esempio la“Bianchetta Genovese” ed il “Ciliegiolo” e di creare nuove intuizioni come il “Musaico”, vino rosso di spiccata personalità. Dopo alcuni anni passati a vinificare uve acquistate, consci del fatto che il vino nasce “in vigna”, si decide di impiantare Vigneti in proprio, al fine di realizzare un pieno controllo del processo qualitativo dei propri vini. La coltivazione a “rigorosa limitazione di Fitofarmaci” è l’ultima sfida che si sta portando avanti, con estrema convinzione, nei propri vigneti a garanzia di qualità e genuinit

CantinaCantina

Seleziona una taglia