• Chatta con noi

    LUN / SAB: 08.00-20.00

  • Chiamaci

    numero verde gratuito 800 987 134 attivo:

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Chiamaci

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Inviaci una mail
label.service.not.available

CHIANTI CLASSICO BERARDENGA

-30% i
Codice Articolo: VFR01019 2018750

CHIANTI CLASSICO BERARDENGA

€13.93 €19.90
-30%
i
Codice Articolo: VFR01019 2018750

Denominazione

Chianti Classico DOCG

Uve

Sangiovese

Annata

2018

Tipologia

Rosso

Regione

Toscana

Affinamento

Legno piccolo

Formato

0,75 l

Alcool

13.5 %

Occasione

Ogni giorno

Abbinamento

Carni rosse

€13.93 €19.90

Note di degustazione

La cantina Felsina è una cantina simbolo del Chianti Classico. Nasce nel 1966 quando Domenico Poggiali acquista la fattoria e in un momento molto difficile per la viticoltura italiana sceglie di investire sul suo territorio e sulla qualità del vino. Così Domenico e il figlio Giuseppe, appassionati di viticoltura e abili imprenditori, modernizzano la conduzione della campagna mantenendo vivo lo spirito della tradizione di un territorio che rappresenta una delle denominazioni italiane più famose al mondo. Siamo a Castelnuovo Beraldenga, al confine sud orientale del chianti classico, a nord ovest di Siena dove le colline del Chianti Classico si addolciscono ed il sole si fa più generoso donando calore e luminosità. Qui il frutto si fa più pieno e più scuro; i chianti sono più potenti, meno floreali e tendenzialmente più sapidi. Le uve sangiovese utilizzate per la produzione del Berardenga Chianti Classico docg di Felsina provengono proprio da questi vigneti di media collina. Questo chianti classico è il cavallo di battaglia dell’azienda, la raccolta avviene entro le prime tre settimane di ottobre. La macerazione in vasche di acciaio si protrae per 12-15 giorni con follature automatiche e rimontaggi giornalieri. A marzo-aprile il vino nuovo è trasferito in botti di rovere di Slavonia di media capacità e una piccola percentuale in barriques di secondo e terzo utilizzo per 12 mesi. Successivamente avviene l’assemblaggio e la messa in bottiglia, nella quale il vino rimarrà per tre mesi. Di un brillante rosso rubino, profumo fruttato ed elegante, al naso è tutta frutta di sottobosco e sentori di spezie. La frutta la ritroviamo anche nel sorso, il tannino ben integrato accarezza il palato ed il gusto resta per diversi secondi. Un chianti classico adatto anche ogni giorno, perfetto per accompagnare bene secondi di carne della tradizione toscana e non. Abbiniamolo a una gustosa trippa alla fiorentina o un bel cinghiale in umido.

CANTINA

Domenico Poggiali acquistò la fattoria di Fèlsina nel 1966 e con un atto coraggioso in quel momento difficile della viticoltura italiana scelse di investire sulla qualità del vino e sulla perizia di alcuni giovani. Appassionati di viticoltura e abili imprenditori, Domenico e il figlio Giuseppe Poggiali modernizzarono la conduzione della campagna senza abbandonare lo spirito della tradizione. Nel volgere di pochi anni gli ettari a vite diventarono più di quaranta e cambiarono anche l’anima e l’organizzazione dell’azienda. Nella seconda metà degli anni settanta entrò in azienda il genero Giuseppe Mazzocolin, con l’incarico di sviluppare commercialmente l’azienda. La sua cultura umanistica e la consapevolezza della responsabilità dell’uomo nel lavoro contribuirono a far crescere la cultura del vino in Italia e all’estero, ottenendo i primi riconoscimenti internazionali. L’amicizia con Luigi Veronelli e la collaborazione con l’enologo Franco Bernabei hanno tracciato un cammino che si rivela con estrema coerenza nei vini a partire dall’annata 1983, la prima del Fontalloro e di Rancia, fino ai giorni nostri. Sotto la guida di Domenico e Giuseppe Poggiali, cominciò un percorso che dal 1990 vede come protagonista anche Giovanni Poggiali, primo dei tre figli di Giuseppe.

CantinaCantina

Seleziona una taglia