• Chatta con noi

    LUN / SAB: 08.00-20.00

  • Chiamaci

    numero verde gratuito 800 987 134 attivo:

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Chiamaci

    lunedì-sabato dalle 08.00 alle 20.00
    0458613640

    *Il numero è a pagamento. Il costo equivale alla chiamata nazionale, la tariffa dipende dal gestore telefonico.

  • Inviaci una mail
label.service.not.available

Barolo Falletto

Codice Articolo: VFR01950 2016750

Barolo Falletto

€229.90
6 rimanenti
Prodotto non soggetto a scontistiche
Codice Articolo: VFR01950 2016750

Denominazione

null null

Uve

Annata

2016

Tipologia

Rosso

Regione

Piemonte

Affinamento

label.aging.null

Formato

0,75 l

Alcool

14.5 %

Occasione

label.occasion.null

Abbinamento

label.best.with.null

€229.90

Note di degustazione

L’azienda Bruno Giacosa, autentico nome tutelare del vino italiano ha firmato e tutt’ora firma tra i più grandi vini piemontesi, italiani e del mondo. Bruno Giacosa fu un profondo conoscitore del vigneto langarolo, dotato di rara sensibilità. Ha interpretato il nebbiolo nobilitandolo come pochi altri acquistando uve da conferitori storici seguiti in scrupolosamente in ogni passaggio – fortunato chi riuscì o riuscirà a bere una bottiglia del Barolo della Collina Rionda – fino all’acquisto dei vigneti che oggi coprono i circa 20 ettari vitati di proprietà. Il Barolo DOCG - il re dei vini rossi del Piemonte - di Bruno Giacosa proviene solo da vigneti di Castiglione Falletto - comune posto esattamente al centro della zona di produzione del Barolo. Lunghe macerazioni e l'utilizzo di sole botti grandi donano un Barolo di eleganza e rigore: rubino brillante di grande concentrazione e sfumature granate, ha naso di lampone, liquirizia, viola e rosa e fiori secchi. Il sorso è potente, saldo, vivo, fresco. Ha tannini di grande fittezza e assoluta finezza, chiude sapido e pulito e lungo. Un Barolo che tutti gli appasionati di vini piemontesi e non almeno una volta dovrebbero bere. Potrete metterlo in tavola a fianco ad un grande brasato al Barolo, ad uno spezzatino di cinghiale al miele, o ad un semplice risotto al tartufo.

Seleziona una taglia